14 Ott 2017 10:00
Ridistribuire lo sguardo. Firenze dietro le quinte. L’Isolotto: una città nella città

I fiorentini chiamarono “Isolotto” quella striscia di terra che l’Arno, con frequenti inondazioni sino alla costruzione dell’Argin Grosso, circoscriveva a sud ovest della città, di fronte al parco delle Cascine. Per lungo tempo desolata area rurale, l’attuale assetto dell’Isolotto prese forma nei piani urbanistici dell’Amministrazione Comunale del secondo dopoguerra.

L’itinerario alla scoperta del quartiere prende avvio dal quattrocentesco Oratorio della Madonna della Querce, che riprende schemi brunelleschiani ed è preceduto da un portico, chiuso nel Seicento, sulle cui pareti vi sono resti di affreschi attribuiti a Paolo Schiavo. Si proseguirà con una passeggiata nel quartiere, che rappresenta il primo grande programma di edilizia sociale della Firenze del Novecento. Edificato a partire dagli anni ‘50 dall’I.N.A Case, al progetto del villaggio satellite dell’Isolotto lavorarono architetti di primo piano come Giovanni Michelucci e Arnaldo Foschini, i cui criteri ispiratori furono i modelli inglesi delle città giardino e la tradizione edilizia dei paesi scandinavi.

Oggi l’Isolotto è uno dei quartieri a bassa densità di popolazione più verdi di Firenze in quanto fu a suo tempo progettato a “misura di famiglia” e rappresenta da sempre un interessante caso studio, rivalutato dalla cultura urbanistica più recente che ne ha riconosciuto soprattutto i valori sociali che si riflettono nell’organizzazione dello spazio.

Durata circa 2 ore

Biglietto di ingresso all’Oratorio gratuito

Prezzo della visita euro 16, bambini euro 8

Per gli eventi inseriti nella programmazione dell’Estate Fiorentina non si applica la gratuità prevista dal completamento della fidelity card.

 

Con il mese di ottobre iniziamo una importante collaborazione con l’Associazione Tumori Toscana – ATT, alla quale devolveremo 2 euro a partecipante su alcune delle visite che realizziamo. Abbiamo quindi pensato di sospendere in queste occasioni gli sconti previsti per gli adulti, chiedendo anche il vostro contributo. Un piccolo gesto, di estrema importanza. Noi di EnjoyFirenze raccoglieremo il ricavato, che verrà versato entro il 31 dicembre 2017.

A cura di Cooperativa Archeologia

La prenotazione alle visite è obbligatoria

Scegli una modalità di prenotazione: 

  • Telefona allo 055-5520407
  • Invia una mailturismo@archeologia.it 
  • Compila il modulo di prenotazione sottostante, inserendo nome, cognome, la propria mail, il numero di telefono e il numero di posti da prenotare.

Prenotazione

Le prenotazioni sono chiuse per questo evento.

Loading Map....