16 Set 2018 10:30
Storie di fatica e di rabbia. Di tumulti e di congiure. I luoghi del tumulto dei Ciompi

Itinerario cittadino per scoprire la storia del tumulto dei Ciompi, la sommossa popolare che ebbe luogo nel luglio-agosto del 1378.

A partire dal 1375, Firenze era in preda a una profondissima crisi economica, per cause geopolitiche legate alla guerra delle città dell’Italia centrale contro il papato: riduzione delle entrate, aumento delle spese, aumento della tassazione, deterioramento delle condizioni di vita degli artigiani e degli operai salariati), aumento delle persone indebitate che nel caso di insolvenza venivano mandate in prigione, forte contrazione del commercio con l’estero (divenne difficile procurarsi la lana inglese e gli opifici chiudevano oppure riducevano la produzione). Il tumulto dei Ciompi scoppiò in queste circostanze e fu un movimento dei lavoratori per avere una rappresentanza “sindacale”, spinto dalla crisi economica e dalle predicazioni francescane, con le loro idee di uguaglianza e il culto della povertà. Fu una sconfitta, alla fine, un brevissimo interludio, ma fu un momento di rivolta, animato da una “presa di coscienza” dei lavoratori.

Andremo alla scoperta dei luoghi dove vivevano e lavoravano queste masse di umanità dolente, fuori le mura cittadine, nei luoghi che ancora oggi portano il toponimo “Borgo” e nelle strade che nella toponomastica ancora li ricordano.

 

Durata dell’itinerario 1 ora e mezzo

Prezzo euro 12, speciale soci Coop euro 10, bambini euro 8

Auricolari euro 1,50 (facoltativi)

Prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 o a turismo@archeologia.it

A cura di Cooperativa Archeologia in collaborazione con Comune di Firenze-Estate Fiorentina 2018.

Prenotazione

Le prenotazioni sono chiuse per questo evento.

Loading Map....