6 Ott 2019 11:00
I volti della Dea. Un viaggio “al femminile” attraverso i secoli
L'eredità delle Donne 2019 Visita guidata al museo archeologico

In occasione del Festival L’Eredità delle Donne 2019, Enjoy Firenze® vi porterà a scoprire l’iconografia della figura femminile, nei vari aspetti legati alla sacralità e al privato, attraverso le sale del Museo Archeologico di Firenze.

I volti divini

La donna ha sempre rivestito un ruolo centrale nelle società antiche, nella vita quotidiana come nella religione. Le statue, i rilievi, le raffigurazioni ceramiche, ci narrano di divinità femminili multiformi. A volte pietose e materne, come Hathor, la Dea dalle corna di vacca, che nella tradizione egizia guidava il faraone nell’Aldilà. Nella schiera delle capricciose divinità greco-romane vi è anche Pallade Atena, dea guerriera che si distingue per bontà ed equilibrio, come personificazione della saggezza e protettrice del lavoro operoso e intelligente. Altre volte ancora il femminile diviene incarnazione del male assoluto, come Ammit, la “divoratrice” che per gli egizi si nutriva dei cuori malvagi.

I volti della donna

I “volti della Dea” non sono però solo quelli divini, sono anche quelli delle donne reali. Come visse la nutrice Tjesraperet, che allevò la figlia di un faraone oltre 2500 anni fa? O la donna del ritratto dell’oasi del Fayyum, il cui sguardo intenso sembra ancora fissarci? O ancora, chi era Larthia Seianti, raffigurata mentre si specchia, scostandosi vanitosamente il velo dal volto?

Scopriamolo insieme, ripercorrendo le storie delle antiche dee, ma anche le vite delle donne che sono venute prima di noi.

La mostra | Mummie. Viaggio verso l’immortalità

La visita sarà anche un’occasione per scoprire il misterioso rapporto degli antichi egizi con l’Aldilà, grazie ai reperti ora riuniti in occasione della mostra Mummie. Viaggio verso l’immortalità. L’esposizione abbraccia quasi 2000 anni di storia egizia, con oggetti legati alle pratiche funerarie, dai preziosi corredi, alle formule rituali, fino alle mummie. Nuove ricerche hanno inoltre permesso di ricostruire le storie e, in alcuni casi, i volti degli individui i cui resti sono ora conservati presso il Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

 

Informazioni utili

Durata della visita 1 ora e mezzo

Ingresso gratuito per tutti la 1° domenica del mese

Prezzo della visita guidata euro 14, scontato per soci Coop euro 12, bambini euro 8

Auricolari (facoltativi) euro 1,50

Prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 o a turismo@archeologia.it

 

A cura di Cooperativa Archeologia in collaborazione con il Festival L’Eredità delle Donne 2019

Prenotazione

Le prenotazioni sono chiuse per questo evento.

Loading Map....