15 Nov 2015 11:00
Il cimitero degli Inglesi
No Categorie

I cimiteri monumentali di Firenze, anche quelli poco conosciuti, costituiscono un vero e proprio patrimonio per la città. L’itinerario propone la visita a un cimitero lontano dalle solite rotte turistiche: il Cimitero degli Inglesi.

Il Cimitero fu costruito, perché protestante, fuori dalle mura della città nel 1828 e ha ispirato numerosi artisti, come Arnold Bocklin con il suo celeberrimo dipinto L’Isola dei Morti. Il suo stile è completamente diverso da quello dei cimiteri cattolici e ospita innumerevoli artisti anglosassoni che nel diciannovesimo secolo soggiornarono di frequente a Firenze, fervente centro culturale dell’epoca: tra gli altri, la poetessa inglese Elisabeth Barret Browning, ma anche Giampietro Viessuex e lo storico Davidsohn. Tutto il cimitero rappresenta comunque una grande testimonianza dell’internazionalità della città toscana, divenuta un vero e proprio centro europeo di riferimento e di richiamo per le più grandi menti artistiche dell’epoca. Poco lontano, in via degli Artisti, si trova anche il cimitero dei Pinti, costruito per volere dei Lorena nel 1747, in quella che allora era aperta campagna, fuori Porta Pinti, per accogliere i defunti dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, in particolare gli sconosciuti o i non richiesti dalle famiglie. In questo momento le visite non sono consentite per problemi di sicurezza.

 

Durata della visita circa 1 ora

Ingresso gratuito

Prezzo della visita guidata 12€, scontato per soci Coop 10€, bambini 8€

La prenotazione alle visite è obbligatoria

Modalità di prenotazione: 

  • Telefona allo 055-5520407
  • Invia una mailturismo@archeologia.it 
  • Compila il modulo di prenotazione sottostante, inserendo nome, cognome, la propria mail, il numero di telefono e il numero di posti da prenotare.

Prenotazione

Evento al completo, Guarda gli altri eventi in questa Location:
  • Non ci sono eventi in questa posizione
  • Loading Map....